Top blogs di ricette Gustosa Ricerca – ricette di cucina e motore di ricerca di ricette

sabato 16 novembre 2013

torta cioccoarancia

Sono in attesa della visita di mia cognata e per questo ho voluto preparare una torta per colazione o merenda, la cioccotorta. Ho trovato la ricetta su di un sito e l'ho voluta subito provare. Mio marito che l'ha assaggiata è incerto se darmi un 9 e 1/2 o un bel 10. In effetti è venuta benissimo sia esteticamente che, cosa molto più importante, di gusto. Ringrazio perciò chi ha pubblicato la ricetta con le dosi corrette (a volte mi è successo di dovere buttare tutto per colpa di persone che danno dosi errate).
Passiamo ora alla ricetta. Vi consiglio di provarla.

 
Ingredienti:
farina 350 g
uova 6
olio di semi di girasole 120 ml
scorza grattugiata di arancia 2
latte 30 ml
zucchero 250 g
lievito in polvere 1 bustina
cacao amaro in polvere 50 g
gocce di cioccolato fondente 80 g
sale 1 pizzico
Per decorare:
zucchero a velo
arance

Imburrare e infarinare uno stampo da torta e preriscaldare il forno a 170 gradi. Separare i tuorli dagli albumi.  In una ciotola montate a neve ben ferma gli albumi con un pizzico di sale. In un'altra ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungere ai tuorli l’olio, il latte, la farina setacciata, la scorza grattugiata di arance, il lievito per dolci setacciato e, infine, gli albumi montati, amalgamando delicatamente dal basso verso l'alto. Dividere il composto in due terrine. In una terrina aggiungere il cacao amaro setacciato ed amalgamare delicatamente; dovesse risultare troppo denso, aggiungere un po' di latte. Nell'altra terrina aggiungere le gocce di cioccolato e mescolare. Nella teglia versare il composto al cacao e poi quello con le gocce di cioccolato; infornare e far cuocere per circa un'ora. Prima di estrarre la torta dal forno, effettuare la prova stecchino. Sfornare e lasciare raffreddare; una volta fredda, spolverizzare con dello zucchero a velo e decorare con fettine di arancia.









giovedì 14 novembre 2013

tortino di patate e fagiolini

Il tortino di patate e fagiolini è una frittata cotta al forno realizzata con verdure lesse. E' un piatto saporito e ipocalorico, dunque adatto a chi sta attento alla linea.


Ingredienti:
400 g di patate
200 g di fagiolini
sale
pepe
prezzemolo
4 uova
parmigiano
olio evo
pangrattato

Lessare in due pentole diverse e in acqua salata sia le patate intere (circa 30 minuti) che i fagiolini (circa 15 minuti). Una volta cotti tagliare le patate a cubetti e i fagiolini a pezzetti. Rompere le uova in una ciotola, unire un pizzico di sale, una grattugiata di pepe, un cucchiaio di prezzemolo tritato, il Parmigiano grattugiato (tenendone da parte una manciata) e sbattere con una forchetta. Unire patate e fagiolini e mescolare molto delicatamente. Ungere una teglia, cospargerlo di pangrattato e quindi mettervi il composto di uova. Cospargere la superficie con il Parmigiano rimasto ed infornare a 200° per 25 minuti. Prolungare di poco la cottura se occorresse a far dorare in superficie










tagliatelle con mazzancolle, pomodorini e rucola

Ecco qui un primo di pesce davvero niente male e come al solito semplicissimo nell'esecuzione: le tagliatelle con mazzancolle, pomodorini e rucola.

 
 
Ingredienti x 2 persone:
 
circa 25 mazzancolle tropicali
10 pomodorini
1 mazzetto di rucola
sale
peperoncino
olio evo
aglio 1 spicchio
 
Per prima cosa pulire le mazzancolle eliminando la testa, la coda e il guscio (lasciatene 1 intera per ogni commensale per guarnire il piatto). Mettere in padella olio e aglio. Soffriggere poco e aggiungere il peperoncino e poi i pomodorini tagliati a pezzetti. Fare andare per circa 5 minuti e poi aggiungere le mazzancolle. Salare. Coprire col coperchio e portare a cottura a fiamma bassa. Alla fine aggiungere la rucola. Impiattare e...bon appetit
 
 
 
 
 
 
 
 


mercoledì 6 novembre 2013

panna cotta

Mi sono solo ora accorta di non avere postato tempo fa una ricetta dolce molto buona quanto rapida nell'esecuzione, la panna cotta.


Ingredienti:
panna 800 g
latte 250 g
zucchero 200 g
colla di pesce 12 g

Scaldare in una pentola senza fare bollire la panna con lo zucchero e il latte. Aggiungere la colla di pesce (precedentemente ammollata in acqua fredda e strizzata). Mettere in uno stampo e mettere in frigo fin quando non si addensa. Si può servire così com'è o ricoperta di cioccolato fuso o salsa alle fragole (come in questo caso) o con frutti di bosco. A voi la scelta.

domenica 27 ottobre 2013

calamari coi piselli

Ecco qui un altro secondo di pesce tanto ma tanto buono come semplice nella preparazione: i calamari coi piselli.


Ingredienti:

calamari
piselli
salsa di pomodoro
cipolla
olio
sale
peperoncino
vino bianco

Per prima cosa lavare per bene i calamari, eliminate la pelle e tagliateli ad anelli. Mettete in padella olio e cipolla e soffriggete. Unite i calamari, salate e sfumate con del vino bianco. Unite i piselli, un poco di acqua e la salsa di pomodoro. Quasi alla fine della cottura mettete il peperoncino e portate a cottura. Bon appetit!!

sabato 26 ottobre 2013

trancio di pesce spada con dadolata di pomodorini e cipolla

Oggi vi propongo un piatto facile, leggero e buono. Passo subito alla ricetta visto che ho il piccolo con la febbre alta e debbo tornare da lui.


Ingredienti:
tranci di pesce spada
pomodorini
cipolla
olio
acqua
sale
pepe
origano
prezzemolo


Lavare per bene i tranci e tamponarli con carta assorbente. Metterli in teglia, salare, pepare e aggiungere abbondante olio. Unire la dadolata di pomodorini e cipolla, condire con origano e prezzemolo. Mettere mezzo bicchiere d'acqua e infornare a 180° per circa 20-25 minuti o comunque fin quando il pesce non è cotto. Bon appetit!!

giovedì 24 ottobre 2013

cookies (o Chocolate chip coookies)

E finalmente dopo tantissimo tempo che volevo prepararli eccoli qui...i famosi cookies, biscotti con gocce di cioccolato tipici della cucina americana.
Secondo la storia, intorno agli anni '30  Ruth Wakefield inventò questi biscotti per caso: lavorava in un albergo ed era solita preparare per i suoi clienti dei buonissimi biscotti con burro e cioccolato.
Un giorno aveva terminato il cioccolato che usava solitamente e allora lo sostituì con del cioccolato, ridotto in piccoli pezzi. Quando sfornò i biscotti notò che i pezzetti di cioccolato non si erano sciolti come succedeva solitamente, ma erano rimasti croccanti e visibili. Decise di servire lo stesso i biscotti e fu subito un enorme successo, e la sua ricetta divenne presto famosa in tutta l'America.
Preparare i cookies così come ve la propongo è davvero semplice. Questi biscotti sono ideali da realizzare per una merenda sfiziosa, o da accompagnare ad una tazza di latte a colazione.
Ingredienti per circa 48 cookies:
230 g di burro a temperatura ambiente
300 g di zucchero
5 g di bicarbonato
1 bustina di vanillina
3 uova
360 g di farina 00
350 g di gocce di cioccolato fondente
10 g di sale (facoltativo)
Per prima cosa lavorare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero. Una volta ottenuto un composto liscio e omogeneo, unire le uova, la vanillina e il sale. Lavorare per 5 minuti. Unire la farina e il bicarbonato e mescolare aiutandovi con una spatola. In ultimo aggiungere le gocce di cioccolato e amalgamare per bene. Foderare una leccarda con carta forno e mettere un cucchiaino di impasto per ogni biscotto formando un mucchietto. Continuare così, distanziando bene i mucchietti, fino a esaurimento del composto. Cuocere in forno caldo preriscaldato a 180° per 15 minuti o comunque fino a quando il bordo dei biscotti è dorato. Provateli appena sfornati...sono una goduria!

mercoledì 23 ottobre 2013

polpette di cavolfiore

Le polpette di cavolfiore sono un contorno sano, genuino e semplice da preparare. Soprattutto sono ideali per i bambini che solitamente sono restii a mangiare il cavolfiore. Stasera quasi quasi proverò a darne una al mio piccolino :-)



Ingredienti:

400 g di cavolfiore
1 cucchiaio di farina (io ho usato quella di kamut)
5 cucchiai di pangrattato (io ho usato l'impanatura di mais tostato)
qualche foglia di basilico
1/2 spicchio di aglio
1 uovo
parmigiano abbondante
sale

Per prima cosa lessare il cavolfiore per 15'. Metterlo a scolare per bene. Una volta scolato, metterlo in una ciotola e unire l'uovo, la farina, il pangrattato, il sale, il parmigiano abbondante e l'aglio tritato. Mescolare il tutto. Formare le polpette e passarle nel pangrattato. Infornare a 200° fino a quando le polpette non si dorano. Bon appetit!

ps. ovviamente potete anche friggerle. Io sono per la cucina light :-)

martedì 22 ottobre 2013

zuppa di verdure...la "ribollita a modo mio"

Oggi vi presento una zuppa di verdure che non è altro che la ribollita senza l'aggiunta del pane raffermo. E' sicuramente uno dei piatti tipici più conosciuti della tradizione culinaria toscana che potrebbe ricordare un minestrone essendo pieno di verdure. Non esiste una ricetta universale in quanto ogni città toscana ha la sua versione. Io, essendo vissuta per un po' a Firenze, vi dirò per l'appunto quella fiorentina ma ,come ho già detto, fatta a modo mio. Poi per chi vuole può proseguire con la realizzazione della vera ricetta :-)



ingredienti:
cavolo verza 250 g
cavolo nero 250 g
olio evo buono
1 cipolla
1 patata
pomodori pelati 100 g
1 carota
1 gambo di sedano
1 porro
100 g bietole
250 g fagioli cannellini secchi
pepe una spolverata
sale
prezzemolo
rosmarino

La prima cosa da fare è occuparsi della preparazione dei fagioli.  Li mettiamo in ammollo per una notte intera. Una volta che i fagioli si saranno ammorbiditi, metteteli a cuocere in abbondante acqua e a fuoco lento per almeno un'ora, meglio se con un osso di prosciutto crudo o delle cotenne di maiale per renderli più saporiti.  Una volta lessati, ricordatevi di non buttare via l'acqua di cottura, che vi servirà per cuocere le verdure. Nel frattempo lavate e mondate tutta la verdura, avendo l'accortezza di separare le coste centrali delle bietole, della verza e del cavolo nero, piuttosto coriacee.
Tritate poi grossolanamente  tutte le verdure. Prendete una pentola capiente e cospargete il fondo d'olio e cominciate a soffriggere la carota, la cipolla, il porro, il sedano e il prezzemolo. Unite quindi i pomodori pelati  e girate con un cucchiaio di legno di tanto in tanto. 
Unite a questo punto anche il resto delle verdure e inserite un mazzetto di rosmarino. Aggiustate di sale e lasciate cuocere le verdure aggiungendo, ogni qual volta serva,  il brodo di cottura dei fagioli.  Nel frattempo  passate  2/3 dei cannellini con un mixer e mettete da parte la crema così ottenuta. Quando la verdura sarà tenera,  togliete dalla pentola il mazzetto di rosmarino  e passate al passaverdure 1/3 della verdura. Rimettete la purea di verdura così ottenuta di nuovo nella pentola, mescolate e aggiungete anche la crema di fagioli e  i fagioli lasciati interi. Fate cuocere ancora per  5 minuti in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti. Per potere assaporare la zuppa è bene prepararla il giorno prima per poi gustarla il giorno dopo.

Versione originale:
alternare la verdura con fette di pane toscano. Potete assemblarla in un'unica pentola, oppure preparare delle porzioni individuali.
Preparate le ciotole di terracotta,  in cui alternerete uno strato di verdure a uno di pane toscano, meglio se raffermo, tagliato a fette:coprite tutto ancora con la verdura  e aggiungete un filo di olio extravergine d'oliva. Servite la vostra ribollita ben calda.



sabato 12 ottobre 2013

Spaghetti coi totani

Per ora definisco il mio periodo ai fornelli il "periodo di pesce". Non ho mai cucinato tanto pesce come adesso. Strano a dirsi ma per ora ne ho proprio voglia (premetto che io e il pesce abbiamo sempre litigato).
Oggi per pranzo ho preparato questo piatto sublime. Gli spaghetti coi totani sono un piatto veloce nell'esecuzione e tanto, ma tanto, buono. Provare per credere.

 
 
ingredienti:
spaghetti
totani
peperoncino
vino bianco
olio
aglio
pomodorini
passata di pomodoro
prezzemolo
 
 
Per prima cosa pulite i totani, separando il corpo dai tentacoli che terrete da parte, e tagliate il corpo del totano ad anelli. In un tegame molto ampio fate dorare con l’olio di oliva  l'aglio e del peperoncino. Fate scottare velocemente nell’olio gli anelli di totano e poi unite anche i tentacoli; sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e lasciate cuocere per un paio di minuti. A questo punto, unite i pomodorini tagliati a metà e la passata di pomodoro e lasciate cuocere per circa 10-15 minuti, a fuoco medio. Cuocete la pasta e una volta cotta scolatela e versatela nella padella. Saltate velocemente e servite. Bon appetit!!

involtini di tacchino

Eccomi qui con un'altra ricetta veloce e saporita....gli involtini di tacchino con prosciutto e formaggio. Non avendo molto tempo a disposizione non mi dilungo e passo subito al piatto e al suo svolgimento.

ingredienti:
fesa di tacchino
prosciutto cotto o crudo
formaggio (io ho usato asiago)
brodo vegetale q.b.
birra
olio
burro
rosmarino
prezzemolo
timo
pepe

Battere la fesa in modo da rendere le fette sottili facendo attenzione a non romperle. Porvi di sopra una fetta di prosciutto e pezzi di asiago. Chiudere e fissare cogli stecchini. In una padella antiaderente mettere olio e burro. Aggiungere gli involtini, farli dorare e fare cucinare con poco brodo, prezzemolo, rosmarino, timo e pepe. Una volta cotti sfumare con la birra. Bon appetit!!!

martedì 8 ottobre 2013

omelette prosciutto crudo, asiago e rucola

L’omelette, è un piatto di origine francese, che può essere dolce o salata e viene preparata come una frittata, con la differenza che viene cotta solo da una parte e poi ripiegata in due su se stessa come formare una mezzaluna.  Piatto facile e veloce ideale per un pranzo o una cena dell'ultimo minuto. Stasera per renderla più ricca l'ho riempita con crudo, asiago e rucola.


Ingredienti:
2 uova
grana o parmigiano grattugiato
burro q.b
prezzemolo
sale
pepe
crudo
asiago
rucola


Sbattete le uova con il prezzemolo, il grana o parmigiano, il sale e il pepe. Ponete il burro in una padella antiaderente e fatelo fondere per bene su tutta la superficie. Versatevi il composto di uova
e, a fuoco vivace, cuocetelo spargendolo uniformemente su tutta la superficie della padella. Appena l'uovo si rapprende mettete il crudo, l'asiago e la rucola e chiudete l'omelette. Il vostro piatto è pronto per essere gustato.

parmigiana di melanzane e patate

La parmigiana di melanzane è un piatto a base di melanzane fritte e gratinate in forno con salsa, mozzarella e parmigiano. Ne esistono numerose rivisitazioni. Questa fatta da me ad esempio contiene le patate e non la mozzarella. Non ho fritto nulla, realizzando una ricetta saporita e altrettanto leggera adatta ad essere servita sia come contorno che come piatto unico.


Ingredienti per 2 persone:
2 melanzane
1 bottiglia di salsa
2 patate
parmigiano
basilico
olio
sale
zucchero



Per preparare la parmigiana di melanzane e patate iniziate lavando accuratamente le melanzane e tagliandole a fette abbastanza sottili per il lungo.  Mettetele su una leccarda rivestita di carta da forno, salatele leggermente e spennellatele con un po’ di olio. Cuocetele nel forno già caldo a 180° (ventilato) per 15 minuti circa. Nel frattempo pelate le patate e tagliatele a fettine abbastanza sottili. Disponete anche le patate su una leccarda rivestita di carta da forno, salate e spennellatele con l’olio. Cuocete anche le patate nel forno già caldo a 180° (ventilato) per 15 minuti. Mentre le verdure cuociono preparate il sugo: mettete in padella la passata di pomodoro, un bel pizzico di sale , lo zucchero e fate cuocere per 15 minuti a fuoco basso. Quando il sugo si sarà addensato unite il basilico e l'olio e spegnete il fuoco. Estraete dal forno le melanzane ormai dorate e lasciatele intiepidire. Fate la stessa cosa con le patate. Ora che tutti gli ingredienti sono pronti, assemblate la vostra parmigiana di melanzane e patate: sporcate il fondo di una teglia con un po’ di sugo di pomodoro. Disponetevi sopra uno strato di melanzane, sovrapponendole leggermente, quindi uno strato di patate. Coprite con un po’ di sugo di pomodoro. Distribuitevi sopra una generosa spolverizzata di parmigiano. Coprite poi con un secondo strato di melanzane, uno di patate e continuate allo stesso modo fino all’esaurimento degli ingredienti. Terminate con una generosa manciata di parmigiano. Cuocete nel forno già caldo a 180° (questa volta statico) per una ventina di minuti circa, finché la superficie non sarà dorata. Estraete dal forno e lasciate raffreddare. Servite la parmigiana di melanzane e patate a temperatura ambiente.

sabato 5 ottobre 2013

totani ripieni in umido

I totani ripieni in umido sono un secondo piatto di pesce genuino, saporito e soprattutto facile da realizzare. In solo mezz'ora si realizza una pietanza che riscuoterà enorme successo. Ve lo assicuro!!!



Ingredienti per 2 persone:
10 totani medi (questo è quello che ho trovato) circa 600 g
pane in cassetta 2 fette
olio
aglio
sale
peperoncino
prezzemolo
4- 5 pomodori pachino
200 g di pomodori piccadilli
vino bianco q.b.

Per preparare i calamari ripieni in umido, iniziate pulendo i calamari: eviscerateli, e sciacquateli bene sotto l’acqua corrente. Privateli della pelle. Tagliate i tentacoli e riduceteli a pezzetti. Metteteli in una padella a freddo con due cucchiai di olio e uno spicchio di aglio sbucciato. Accendete il fuoco a fiamma bassa e fate scaldare. Nel frattempo lavate i pachino e tagliateli a pezzetti. Quando i tentacoli cominciano a soffriggere girateli bene, alzate la fiamma e sfumate con due dita di vino bianco. Lasciate evaporare la parte alcolica e unite i pachino e un pizzico di sale. Fate cuocere a fuoco basso finché il sughetto non si sarà addensato. Spegnete il fuoco, eliminate l’aglio e fate intiepidire. In una ciotola sbriciolate le fette di pane e unitevi i tentacoli e del prezzemolo tritato. Mescolate accuratamente e con questo mix farcite il corpo dei calamari, aiutandovi con un cucchiaino per spingerlo bene in fondo (non riempiteli eccessivamente altrimenti in cottura il ripieno potrebbe fuoriuscire). Chiudete con uno stuzzicadenti. Pelate i pomodori piccadilli e tagliateli a pezzetti. Versate in un tegame 4 cucchiai di olio, spezzettatevi il peperoncino e unite anche uno spicchio di aglio sbucciato; sistematevi i calamari ripieni e accendete il fuoco a fiamma bassa. Appena i calamari avranno preso un po’ di colore girateli  e fateli colorire anche dall’altro lato. Quindi alzate la fiamma e sfumate con il vino bianco. Fate evaporare e unite il pomodoro fresco e un pizzico di sale. Coprite con un coperchio e fate cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti, quindi togliete il coperchio e fate addensare il sugo per un paio di minuti; unite il resto del prezzemolo tritato. Servite i calamari ripieni caldi oppure tiepidi.

venerdì 4 ottobre 2013

Torta di mele (con mele frullate nell'impasto)

La torta di mele è un dolce casalingo amato un pò da tutti e in ogni occasione (si può infatti gustare a colazione, merenda o a fine pasto). Ognuno di voi sicuramente ha a casa una ricetta tramandata da generazioni. Io pure ne ho una ma ugualmente vado sempre alla ricerca di altre varianti. Eccone qui una in cui si mette nell'impasto la mela frullata. Spero sia di gradimento, in primis a mio marito, e anche a voi cari amici. Io purtroppo come ormai saprete, non posso godere di cotanta bontà essendo intollerante a mille cose SIGH!!!
Beh che dire...aspetto i vostri commenti. Baci baci e come sempre...bon appetit!!!



Ingredienti:
2 mele Renette o Golden
2 uova intere
80 g di zucchero semolato
120 g di farina
70 g di fecola di patate
90 g di burro
80 ml di latte
1 bustina di lievito per dolci
1/2 cucchiaino di cannella in polvere
1/2 scorza grattugiata di un limone
2 cucchiai di zucchero di canna
1 pizzico di sale

Mettete il burro a pezzetti in un pentolino e fatelo fondere a fuoco molto basso. Sbucciate una mela e mezzo e tagliatela a cubetti, lasciando da parte mezza mela per decorare.
Mettete le mele a cubetti nel bicchiere del frullatore a immersione insieme al latte, a due cucchiai di zucchero e alla cannella e frullate fino a ottenere una purea. In una ciotola sgusciate le uova e aggiungetevi il resto dello zucchero e la scorza grattugiata di mezzo limone.
A parte mescolate la farina con la fecola e il lievito per dolci. Montate le uova con una frusta e, quando il composto sarà gonfio e spumoso, aggiungete il burro ormai tiepido a filo; continuate a mescolare e aggiungete poi anche il mix di farine e lievito e la purea di mele.
Continuate a mescolare per amalgamare bene gli ingredienti, fino ad ottenere un composto omogeneo e non troppo denso. Sbucciate la metà della mela lasciata da parte e tagliatela a fettine abbastanza sottili. Versate l’impasto in una teglia foderata di carta da forno e livellatelo bene. Decorate la superficie con le fettine di mela, cercando di formare dei cerchi concentrici. Cospargete la superficie della torta di mele con lo zucchero di canna. Cuocete in forno già caldo a 180° (statico) per 40 minuti, finché la torta non sarà gonfia e dorata, quindi spegnete il forno e lasciatela ancora dentro per 5 minuti, con lo sportello semiaperto. Estraetela poi dal forno e fatela raffreddare completamente prima di sformarla. Servite la torta di mele per un fine pasto informale, per colazione o con il the.

mercoledì 18 settembre 2013

arrosticini di pecora su letto di songino e peperoni arrostiti

Gli arrosticini sono spiedini di carne di pecora, piatto tipico della cucina abruzzese. In alcune zone sono chiamati rustelle, in altre arrustelle. Oggi questo piatto è diffuso anche nelle regioni confinanti specialmente a Roma. E' qui che li ho conosciuti e immediatamente amati....sono la fine del mondo!!!!
Oggi li ho preparati serviti su un letto di songino e peperoni arrostiti. Inutile dire come si prepara perché è palese. Buon appetito a tutti


farfalle con peperoni, dadolata di mozzarella e julienne di basilico

Ieri ho preparato questa pasta ottima e, come sempre, veloce nell'esecuzione. Inizialmente dovevo fare la pasta con peperoni e poca panna ma poi in tv ho visto questa ricetta (io l'ho modificata non avendo la burrata e le acciughe). Vi dirò sia la ricetta originale che la mia.



Ingredienti (ricetta originale)

pasta di acciughe
aglio
peperoni arrostiti
burrata
basilico
sale
olio


Ingredienti (mia ricetta)

peperoni arrostiti
mozzarella
aglio
basilico
olio
sale


Per eseguire la ricetta originale bisogna mettere in padella un po' di pasta di acciughe con olio e aglio e dopo poco si aggiungono i peperoni arrostiti tagliati a pezzetti. Li facciamo insaporire. Una volta pronto frullare pochi peperoni con poca acqua di cottura della pasta per avere una crema. Condire la pasta coi peperoni in crema e non, impiattare e mettere sopra la pasta dadini di burrata e in ultimo la julienne di basilico.

Per la mia ricetta basta non mettere la pasta di acciughe e sostituire la burrata con la mozzarella.
Bon appetit

domenica 15 settembre 2013

risotto alla zucca

Hey ragazzi, eccomi qui di ritorno. Pensavate vi avessi abbandonati??? no no!! Mi sono assentata per un bel periodo è vero ma ora sono più carica e soprattutto più libera visto che il mio piccolo ha iniziato l'asilo. Per cui avrò più tempo per potermi dedicare al mio hobby preferito: i fornelli.
Oggi per pranzo ho voluto preparare un bel risottino con la zucca. Il procedimento è sempre lo stesso dei risotti. Buon appetito
 
 
 
 

ingredienti:
zucca
riso
olio
cipolla
vino bianco
brodo
parmigiano
burro

Per prima cosa pulite la zucca: privatela dei semi, tagliatela a fette, sbucciatela e riducetela a cubetti. Nel frattempo, mettete a rosolare in un tegame abbastanza grande la cipolla finemente tritata con l'olio. Quando la cipolla sarà ben dorata, aggiungete i cubetti di zucca. Dopo che questa si è ammorbidita aggiungete il riso. Mescolate il tutto per qualche minuto per impedire al riso di attaccarsi al tegame. A questo punto aggiungete il vino e a mano a mano anche il brodo, lasciando cuocere il tutto per almeno 20 minuti. Quando mancano 2 minuti alla fine della cottura aggiungete il burro e il parmigiano mescolando il tutto per bene. Lasciate riposare il riso per due minuti e servite in tavola ben caldo.
Ps. Se lo desiderate, verso metà cottura, per dare maggior sapore al risotto, potete aggiungere un poco di rosmarino

venerdì 31 maggio 2013

pitoni messinesi

Oggi pomeriggio mentre ero a letto accanto al mio piccolo che dormiva meditavo su cosa preparare di buono per stasera e dopo una lunga meditazione sono giunta alla conclusione....volevo fare del male a me e mio marito ^____^ stasera mangeremo pitoni messinesi ovviamente fritti!!! Solitamente sono contraria ai fritti ma di fronte cotanta bontà non ho saputo dire di no :-) Ecco qui questo piatto tipico della mia città...sono fenomenali!! provare per credere. Ah ovviamente per chi non volesse friggerli li può fare al forno ma da vera messinese non lo consiglio!



 
 
Ingredienti per circa 8 pitoni:
500 g di farina 00 (io ho usato farina di kamut)
1 pizzico di sale
4 cucchiai di olio
1 pizzico di zucchero
acqua tiepida q.b
1/2 panetto di lievito
tuma o scamorza o mozzarella per pizza
indivia riccia
pepe
sale
 
Per la pasta:
impastare la farina con il sale, lo zucchero, il lievito sciolto in poca acqua tiepida, l'acqua tiepida e l'olio. Formare un panetto liscio e omogeneo. Mettere in posto riparato da correnti e lasciare lievitare coperto da canovaccio per un'oretta. Riprendere l'impasto e dividerlo in tante palline. Stendere ogni singola pallina e riempirla con l'indivia condita, il formaggio, il pepe. Richiudere a mezza luna sigillando bene i bordi. Friggere in olio ben caldo.... fatemi sapere se vi sono piaciuti :-)

 
 

martedì 21 maggio 2013

pangoccioli

Stasera ho voluto fare trovare a mio marito una merendina che gli piace molto..i pangoccioli al cioccolato. Passo subito alla ricetta in quanto sono molto stanca e non vedo l'ora di andare a letto.



Ingredienti:
500 g di farina (250 manitoba e 250 farina 00)
270 g di latte
100 g di zucchero
1 cubetto di lievito
50 g di strutto
6 g di sale
1 uovo
1 cucchiaino di miele
150 g di gocce di cioccolato

Sciogliete il lievito nel latte tiepido. In planetaria mettete il latte, la farina, lo zucchero, l'uovo, il miele. Aggiungete il sale.  Unite lo strutto. Mettete a lievitare in forno con luce accesa dentro una terrina unta di olio. Aggiungete all'impasto, una volta passata 1 h e mezza, le gocce di cioccolato. Formate piccole palline e mettetele su una teglia ricoperta da carta forno. Lasciate lievitare un'altra oretta. Spennellate col latte e il tuorlo d'uovo e infornate, in forno già caldo, a 180° per circa 20 minuti.

sabato 18 maggio 2013

scazzetta del cardinale

Ieri pomeriggio ho ricevuto un invito a cena per oggi da parte di mia cugina e allora subito mi son chiesta: che dolce le porto? Subito ho effettuato una ricerca su internet e mi è caduto l'occhio su la "scazzetta del cardinale". Ovviamente mi son chiesta cosa fosse e, dopo avere letto il procedimento ho preso la decisione di realizzarla. Esteticamente è riuscita che è na bellezza :-) Speriamo stasera sia di loro gradimento.


Ingredienti pan di spagna per uno stampo da 24 cm:
6 uova
150 gr di zucchero
300 gr di farina 00
1 bustina di lievito per dolci

Ingredienti crema :
2 uova
100 gr di zucchero
40 gr di amido di mais
500 ml di latte
vanillina o buccia di limone
200 ml di panna per dolci
400 gr di fragole o fragoline

Ingredienti Bagna:
200 ml di acqua
100 g di zucchero
40 ml di limoncello

Ingredienti glassa:
500 gr di fragole
250 gr di zucchero
15 gr di gelatina in fogli
1 cucchiaio di succo di limone
fragoline
menta

Per il pan di spagna:
Separate i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve. In un'ampia ciotola montate i tuorli con 6 cucchiai di acqua bollente. Aggiungete lo zucchero e continuate a montare con le fruste elettriche fino a farle diventare spumose. Aggiungete la farina ed il lievito continuando a montare. Incorporate ora gli albumi mescolando con un movimento che vada dal basso verso l'alto. Versate il composto in una tortiera da 24 cm di diametro imburrata ed infarinata e cuocete a 170° per 40 minuti. Sfornate il pan di spagna, capovolgerlo su una gratella e lasciate raffreddare.
 
Nel frattempo preparate la glassa:
Fate ammorbidire la gelatina in una ciotola con l'acqua fredda. Lavate le fragole ed eliminate il picciolo poi frullate le fragole con lo zucchero, ponete in un tegame, portate ad ebollizione e fate cuocere per 3 minuti. Unite il succo di limone e la gelatina precedentemente ammollata in acqua e
strizzata. Mescolate bene per far sciogliere la gelatina e lasciate raffreddare. Poi mettete in frigo a raffreddare per circa 3 ore.
 
Preparate ora la crema pasticcera:
Sbattete le uova con lo zucchero. Aggiungete il latte, l'amido e la vanillina. Mettete la pentola sul fuoco e, girando continuamente, portate a bollore. Appena bolle spegnete e lasciate raffreddare.
Dopodiché montate la panna con un po' di zucchero e la unite alla crema pasticcera appena questa sarà fredda. Mescolate bene e delicatamente fino ad ottenere una crema liscia e omogenea.

Preparate la bagna:
fate bollire l'acqua con lo zucchero, fate raffreddare e aggiungete il liquore.
 
Ora assemblate il dolce.
Tagliate il pan di Spagna in 3 dischi orizzontali. Mettete la base su un piatto da portata e bagnatela con la bagna al limoncello. Farcite con metà crema, poi ricoprite con le fragole tagliate a fette ricoprite con l'altro disco di pan di Spagna e bagnatelo allo stesso modo, poi farcitelo con la restante crema e ricoprite con le fragole. Chiudete con l'ultimo disco di pan di spagna, bagnatelo ed esercitate una leggera pressione sulla superficie per far distribuire la farcia in maniera omogenea. Mettete in frigo almeno per 1 ora.
Riprendete la torta e ricopritela con la glassa alla fragola.
Guarnite con fragole o fragoline di bosco e foglioline di menta e servite.
 


venerdì 17 maggio 2013

tagliatelle pomodorini, scampi e asparagi selvatici

Stasera mi son voluta mettere alla prova con un primo di pesce che avevo visto fare stamani in tv.....tagliatelle pomodorini, scampi e asparagi selvatici. Primo veloce e d'effetto....soprattutto per mio marito che appena ha sentito cosa preparavo per cena è rimasto di stucco visto che io non amo il pesce :-)


 
 
Ingredienti
 
pomodorini
asparagi selvatici
scampi
olio
aglio
peperoncino
 
 
Mettere in padella aglio e olio. Dopo un pò aggiungere i pomodorini tagliati a pezzi. Passato un minuto aggiungere gli asparagi e dopo 5 minuti circa aggiungere gli scampi puliti (mettete anche la testa che dà sapore). Inserire peperoncino, sale e portare a cottura (poco perchè gli scampi si cuociono molto velocemente).
Mentre si prepara il sugo mettere sul fuoco l'acqua per la pasta. Una volta pronta la pasta metterla in padella col sugo, girare e impiattare. Bon appetit

giovedì 9 maggio 2013

friggitelli (detti anche friarelli) al pomodoro

Da tempo sentivo parlare dei friggitelli e così ieri ho voluto comprarli per provarli. Sono buoni ma preferisco di gran lunga i peperoni normali. Ho visto questa ricetta su internet e l'ho realizzata...friggitelli, detti anche friarelli a Napoli (da non confondere con i friarielli), al pomodoro.
 
 
Ingredienti
friggitelli 400 g
pomodorini 150 g
aglio
olio
sale
 
Soffriggere l'aglio con l'olio. Aggiungere i pomodorini a pezzetti e dopo 5 minuti aggiungere i friggitelli, puliti dei semi e del picciolo. Salare, pepare e portare a cottura.
 

pane con farina di kamut ricetta bimby

Evviva evviva!!! ho trovato finalmente una ricetta buona per potermi fare il pane di kamut (per chi non lo sapesse ancora sono intollerante al frumento). L'ho assaggiato appena sfornato ed è una vera delizia. YUPPIEEEEEEEEEEEEEEEE!!! Non potete immaginare quanto sia felice...fino ad oggi trovavo sempre e soltanto il pane in cassetta che non è male ma nemmeno eccezionale :-)




Ingredienti
500 g farina di kamut
1 cubetto di lievito
270 g di acqua
4 cucchiai di olio
10 g di sale

Mettere acqua e lievito nel boccale 30 sec vel 4. Inserire la farina, il sale e l'olio 3 min vel spiga.
Prendere l'impasto e lavorarlo con le mani per un minutino. Mettere a lievitare per 3 h coperto. Formare dei filoncini e mettere in teglia coperta con carta forno. Lasciare lievitare per un'altra ora e mezza. Infornare a 200° per circa 20-25 minuti.

pasta con piselli freschi

Oggi dopo circa 1 mese di assenza sono tornati i "miei ragazzi", una coppia, appena sposata, che vende prodotti della loro terra...non potete immaginare quanto fossi contenta. Finalmente, nuovamente, ho ripotuto comprare prodotti bio eccezionali. Oggi ho pure trovato i piselli freschi...una goduria e subito son tornata a casa a preparare questa fantastica pasta coi piselli. Mio marito, che per ora è in ferie, si è "scialato" (in questo caso si traduce con  "leccato i baffi").



Ingredienti

piselli freschi (non puliti circa 1 kg)
pasta tipo mezze maniche rigate
cipolla
burro
olio
basilico
pepe
parmigiano
brodo vegetale
sale

Mettere in tegame olio, burro e cipolla e fare soffriggere. Aggiungere i piselli e dopo 2 minutini inserire il brodo vegetale circa 2 dita sopra i piselli. Lasciare cuocere per circa 10 minuti. Aggiungere la pasta, il pepe e il basilico. Aggiustare di sale se serve. Cuocere per il tempo indicato nella confezione della pasta. Impiattare e cospargere di parmigiano. Bon appetit!!



martedì 7 maggio 2013

fagiolini al pomodoro

I fagiolini al pomodoro sono una ricetta estiva che porta via pochissimo tempo per l'esecuzione.



Ingredienti per 2 persone
fagiolini circa 200 g
polpa di pomodoro 1 lattina
aglio
olio
sale
peperoncino (o basilico)

Pulire i fagiolini eliminando le estremità. Cuocerli in acqua salata per 10 minuti e metterli da parte. In un tegame soffriggere l'aglio con l'olio. Aggiungere la polpa di pomodoro, un pò di zucchero per togliere acidità della salsa e salare. Dopo 5 minuti inserire i fagiolini. Mettere un pò di peperoncino (o se si preferisce basilico) et voilà sono pronti!

lunedì 6 maggio 2013

straccetti pomodorini e rucola

Gli straccetti con i pomodorini e la rucola sono un secondo piatto fresco, leggero e anche veloce a farsi.  

Ingredienti per 2 persone
300 g di straccetti
50 g di rucola
200 g di pomodorini
1/2 bicchiere di vino bianco
aglio
sale
pepe
olio

Lavate i pomodorini e tagliateli in 4. Lavate la rucola e tenetela da parte. In una padella fate soffriggere l'aglio con l'olio. Aggiungete la carne e fatela rosolare per qualche minuto. Salate, pepate e sfumate col vino. Aggiungete la rucola e i pomodorini. Coprite e fate cuocere per 5 minuti. Servire guarnendo con una manciata di rucola a crudo.

risotto con gli asparagi

Tipica ricetta primaverile, il risotto con gli asparagi è un piatto, come tutti i risotti, facile da realizzare che dà grandi soddisfazioni :-)


Ingredienti per 2 persone:

180 g di asparagi
200 g di riso
brodo vegetale
1 scalogno
20 g di burro
vino bianco
parmigiano
sale
pepe

Pulite gli asparagi e metteteli in acqua salata a lessare per 5 minuti. Scolateli e tagliateli a pezzetti. Ricordate di tenere da parte le punte per decorare il piatto. Nell'acqua in cui avete cotto gli asparagi aggiungete il dado in modo da ottenere il brodo vegetale. Fate soffriggere lo scalogno in tegame con olio. Aggiungete il riso e fate tostare per 2 minuti. Sfumate col vino bianco. Aggiungete il brodo un mestolo per volta fino a far cuocere completamente il riso. A metà cottura del riso aggiungere gli asparagi. A fine cottura aggiungere burro e parmigiano. Lasciare riposare qualche minuto prima di servire. Decorare i piatti con le punte di asparagi e...BON APPETIT

venerdì 3 maggio 2013

cupcake con frosting ricetta di Renato Ardovino

Per la festa di mio figlio ho voluto provare a fare i cupcake col frosting al philadelphia. Ammetto che non mi ispirava tanto la cremina col philadelphia ma l'idea di fare dei dolcetti colorati mi ha portata a dire <<proviamo>>. Il risultato è stato apprezzato dagli invitati e io son rimasta soddisfatta dalla resa estetica :-)


Ingredienti

3 uova
250 g di zucchero
200 g di farina
100 g di fecola di patate
200 g di olio di semi
1 bustina di lievito
1 bustina di vanillina

Montare le uova con lo zucchero. Aggiungere poco alla volta la farina, la fecola, il lievito, la vanillina e l'olio. Versare il composto negli stampini riempiendoli per 2/3. Infornare in forno già caldo per 20 minuti a 170°. Aggiungere un pò di cacao se si vuole fare base al cioccolato.

per il frosting
400 g di philadelphia
200 ml di panna
140 g di zucchero
colorante alimentare in polvere o gel (io ho usato il gel)

Montare la panna. Montare lo zucchero col formaggio. Unire la panna montata. Trasferire in ciotole diverse e aggiungere i coloranti. Con una sacca da pasticcere decorare i cupcake.




Praline al mascarpone


Volete un dolcetto veloce veloce e di grande successo? allora provate queste praline al mascarpone. Sono davvero squisite a detta non solo mia ma di tutti i miei invitati. Non mi dilungo con le chiacchiere anche perchè ogni volta approfitto che mio figlio riposa per potermi dedicare al blog :-)))



Ingredienti
cioccolato fondente 200 g
mascarpone 100 g
zucchero a velo 80 g


Per la copertura:
cacao in polvere
farina di cocco
pistacchi in granella


Sminuzzate il cioccolato fondente in maniera grossolana e mettetelo a sciogliere a bagnomaria. Mettete il pentolino sul fuoco e mescolate fino a quando il cioccolato non si sarà sciolto. Dopodiché togliete la pentola dal fuoco e lasciate raffreddare. Quindi prendete una ciotola capiente, versateci il cioccolato fuso, il mascarpone  e lo zucchero a velo.  Mescolate bene aiutandovi con un cucchiaio di legno  fino a ottenere un composto omogeneo. Lasciatelo raffreddare in frigo per almeno due ore per far solidificare l’impasto. Nel frattempo preparate le ciotole con il cacao, i pistacchi e la farina di cocco. Trascorse le due ore suddividete il composto in piccole porzioni da 10 gr l’una aiutandovi con un cucchiaino e con le mani umide date una forma rotonda al composto . Fate rotolare in ognuna delle tre ciotole un terzo delle palline in modo da ricoprire la superficie con le tre polveri. Adagiate le praline al mascarpone nei pirottini di carta e conservate in frigorifero fino al momento di servirle.



salame al cioccolato con aggiunta di pistacchi

Tempo fa ho inserito il post del salame al cioccolato versione semplice. Oggi vi mostro la ricetta con aggiunta di pistacchi. Non solo è buona ma serve anche a dare un tocco di colore in più al piatto. Qui il post con la ricetta http://incucinaconfrancy.blogspot.it/2011/11/salame-al-cioccolato.html
 
 
 

venerdì 26 aprile 2013

spaghetti al nero di seppia

Gli spaghetti al nero di seppia sono un classico primo piatto di pesce. Sono una ricetta dalle origini povere ora considerate una ricetta pregiata.
Nel mio caso la seppia, che era veramente enorme, aveva una sacca misera tanto che come potete vedere gli spaghetti non sono colorati come avrebbero dovuto. Immaginate la mia faccia quando ho estratto quella sacchetta piccola piccola :-(((((
 

Ingredienti:
seppie
cipolla
aglio
olio
vino rosso
peperoncino
salsa di pomodoro
sacche di nero di seppia
 
Pulire per bene le seppie. Mettere in pentola cipolla, aglio e olio. Aggiungere le seppie tagliate a pezzetti. Appena asciugatasi l'acqua delle seppie sfumare col vino. Mettere il peperoncino e la salsa di pomodoro. Infine rompere le sacche di nero e metterle nella pentola. Portare a cottura. Vedrete che bontà...piatto da leccarsi i baffi!!!

penne al ragù

Nel mio blog, tra le mie ricette non poteva assolutamente mancare un piatto della tradizione emiliana...le penne al ragù. Tanto buone e apprezzate anche dai bimbi.



Ingredienti:
olio
cipolla
sedano
carota
carne tritata
salsa di pomodoro
sale
zucchero

Tagliare a piccoli pezzi le carote, il sedano e la cipolla. Soffriggere in padella con olio. Dopo un pò aggiungere la carne tritata. Mettere la salsa, sale e poco zucchero per togliere l'acidità dalla salsa. Lasciare cuocere a lungo. Condire la pasta, spolverare con parmigiano e servire. Bon appetit

sabato 23 marzo 2013

bianco mangiare con gocce di cioccolato

Stasera ho parenti di mio marito a cena e dunque è da ieri che sto o in cucina o a fare pulizie. Che stanchizzaaaaa!!!! Il menù prevede: antipasto con caponata, peperoni arrostiti, mozzarelle di bufala, olive verdi dolci e olive nere greche condite, prosciutto crudo. Accompagnato il tutto da un bel panfocaccia al rosmarino home made. Primo lasagne alla genovese. Secondo braciolette messinesi con insalata. Frutta: composta di ananas, fragole e mandarini. Dolce il bianco mangiare con gocce di cioccolato che è appunto il dolce che vi propongo in questo post. Dolce facilissimo e tanto buono. Passiamo dunque agli ingredienti e allo svolgimento.


ingredienti:
1 l di latte
200 g di zucchero
100 g di amido
1 bustina di vanillina
gocce di cioccolato

In una pentola metto il latte e l'amido e mescolo bene. Aggiugo lo zucchero e accendo il fuoco. Faccio addensare e spengo il fuoco. Aggiungo la vanillina. Una volta tiepido aggiungo le gocce di cioccolato. Mettere in stampo e porre in frigo. Semplicissimo no????? ^_____^

giovedì 21 marzo 2013

spaghetti alla norma ma senza ricotta infornata :-(

Stasera mi è presa nostalgia della cucina della mia terra e dunque ho voluto preparare un piatto tipico siciliano.....la pasta alla norma. Purtroppo però qui a Roma non sono riuscita a reperire la ricotta infornata e perciò, io e mio marito, ci siamo dovuti accontentare.....ma non c'è andata male...era buonissima ugualmente :-)


Ingredienti:
spaghetti (nel mio caso erano di farro)
melanzane
salsa
ricotta infornata grattugiata sopra (non l'avevo e ho grattugiato il parmigiano)
olio per friggere
basilico

Beh che dire l'esecuzione è semplicissima. Si prepara una salsa insaporita con del basilico e si friggono le melanzane. Una volta cotti gli spaghetti si condiscono con la salsa, le melanzane fritte e il parmigiano grattugiato e..bon appetit!!

mercoledì 20 marzo 2013

focaccia barese

Ed eccomi qui con una nuova ricetta...per ora ho una voglia matta di spignattare, ovviamente figlio permettendo :-) Stasera ho fatto la focaccia barese, ricetta di Palma D'Onofrio de "la prova del cuoco" ai tempi in cui c'era Elisa a condurre il programma. Tanto bella ma tanto inadatta a presentare quel programma adatto solo ad Antonellina, almeno secondo il mio modesto parere.




Ingredienti:
200 g di farina 00
100 g di farina di semola
250 g di patate lesse (circa 2 patate)
1/2 cubetto di lievito fresco (io ho messo quello secco mezza bustina)
50 g di olio evo
acqua tiepida q.b
1 pizzico di zucchero
pomodorini
olive nere denocciolate (come noterete non le avevo ^__^)



Mettere a fontana le farine, le patate schiacchiate, il lievito sciolto in poca acqua tiepida con poco zucchero, l'olio, sale. Lavorare l'impasto. Aggiungere poca acqua per volta. Formare una palla e lasciare lievitare per un'ora o comunque fin quando non raddoppia il volume. Prendere l'impasto e metterlo in teglia unta. Fare dei buchi con le dita e inserire i pomodorini tagliati a metà. Emulsionare con olio e acqua. Lasciare lievitare altro poco e infornare a forno caldo a 220° per circa 30'.

martedì 19 marzo 2013

zeppole di San Giuseppe

Ieri mi son voluta cimentare nella realizzazione delle zeppole di San Giuseppe per festeggiare la prima festa del papà di mio marito. Purtroppo ho seguito una ricetta della crema con dosi non perfette e perciò mi è venuta la crema liquidina. Mi son arrabbiata....sono una tremenda precisina!!!!! 
La pasta invece è venuta ottima. Vabbè sarà per la prossima volta.....la volontà c'è e tanta. Mi scuso per il risultato ma se volete seguire la ricetta della pasta vi assicuro che è ottima.






Ingredienti:
500ml di acqua,
500gr di farina,
100gr di burro,
4 cucchiaini di zucchero,
2 pizzichi di sale
10 uova grandi
2 cucchiaini di lievito in polvere x dolci
zucchero a velo
crema

Portiamo ad ebollizione in una pentola alta l'acqua con il burro lo zucchero e il sale. Abbassiamo la fiamma e versiamo nella pentola tutta in un colpo la farina setacciata e con energia giriamo fino ad ottenere una palla omogenea.
La mettiamo ad intiepidire in un recipiente capiente e incominciamo ad aggiungere le uova,
operazione che si può fare sia a mano che con lo sbattitore elettrico.
Vige sempre la regola di non aggiungere un'altro uovo se quello precedente non è stato assorbito bene dall'impasto.
Una volta inserite le 10 uova e ottenuta una morbidissima crema aggiungiamo il lievito.
Diamo un'altra girata e con l'aiuto di una sacca da pasticcere andiamo a fare delle ciambelle sulla carta da forno. Inforniamo in forno già caldo nel centro a 180°ventilato x 35-40 minuti
fino ad avere una bella colorazione. Nel frattempo possiamo preparare la crema che verrà usata per decorare.

domenica 17 marzo 2013

totani alla luciana

Ieri è accaduta una cosa a dir poco eccezionale, mio marito è riuscito a convincermi a comprare del pesce....sono siciliana ma non amo assolutamente il pesce...sì lo so lo so sono una sicula atipica :-)
Dunque dicevo, abbiamo comprato totani e branzino. I primi li ho cucinati ieri sera alla luciana e stasera invece mangeremo i secondi al forno.



Ingredienti:
totani
cipolla
olio
peperoncino
sale
vino bianco


Il procedimento dei totani alla luciana è semplicissimo. Io conosco la versione bianca senza pomodoro di mia mamy.
Allora, mettete in padella olio e cipolla. Soffriggete un pò e poi aggiungete i totani, puliti e tagliati ad anelli. Dopo poco sfumare col vino bianco. Mettete poco peperoncino e salate e coprite per circa 15 minuti. Si cuociono velocemente perciò controllate spesso. Mandate il fuoco a fiamma bassa.
Alla prossima....

domenica 10 marzo 2013

spezzatino di vitello

Lo spezzatino di vitello è un secondo piatto che si prepara tagliando la carne a tocchetti  per poi rosolarla assieme a verdure ed aromi ed annaffiarla con del liquido come acqua, vino, pomodoro o brodo.
I tagli di carne di manzo più adatti alla preparazione dello spezzatino sono: il fusello, lo scalfo, il collo, il cappello del prete, il brione.


Ingredienti:
carne di vitello
carote
cipolla
olio
burro
brodo (vegetale o di carne)
sale
pepe
vino rosso
farina

Per lo spezzatino di manzo cominciate con la preparazione della carne. Eliminate l’eventuale tessuto connettivo e il grasso in eccesso, poi poggiatelo su di un tagliere, tagliatelo a cubetti regolari al fine di ottenere una cottura uniforme. Infarinate leggermente la carne. Mondate e tritate la cipolla, la carota e il sedano, quindi ponete in una pentola piuttosto larga il burro e l’olio; quando il burro sarà fuso, aggiungete il trito di verdure che farete rosolare qualche minuto a fuoco moderato.
Aggiungete anche i pezzetti di carne e fateli rosolare molto bene, quindi versate il vino rosso e lasciate sfumare; coprite poi la carne con del brodo (di carne o vegetale), salate, pepate e coprite la pentola con un coperchio. Lasciate cuocere per almeno un’ora a fuoco dolce, aggiungendo del brodo se necessario.
Se al termine della cottura il sugo invece fosse piuttosto liquido, fatelo restringere a fuoco vivo, poi aggiustate eventualmente di sale e spegnete il fuoco. Servite caldo.


sabato 23 febbraio 2013

arrosto di vitello al forno con patate

Oggi mi son messa alla prova con l'esecuzione di un secondo classico....l’arrosto di vitello al forno con patate. Per preparare l’arrosto di vitello al forno, i tagli di carne migliori sono la sottofesa, lo scamone, il carrè, la spalla arrotolata o la noce. Sinceramente non so quale parte ho cucinato avendo comprato la carne già confezionata al supermercato (errore che non farò più, non perchè la carne non fosse buona anzi..era ottima, ma per le troppe callosità).
Il risultato è stato apprezzato da mio marito che solitamente ai miei piatti dà il voto e oggi mi son beccata un bel 8 :-)


Ingredienti:
arrosto di vitello
patate
rosmarino
sale
pepe
olio evo
vino bianco
brodo

Mettere le patate, tagliate della stessa grandezza, in teglia e insaporirle con olio, sale, pepe e rosmarino sgranato. Girarle con le mani per condirle per bene.
Prendere l'arrosto e condirlo con olio, sale, pepe. Massaggiare il pezzo. Inserire in superficie e sul retro dei rametti di rosmarino. Mettere l'arrosto nella teglia con le patate e aggiungere olio, vino bianco mezzo bicchiere, brodo 1 mestolo.
Forno già caldo a 180°. Infornare per circa 1 h. Ogni tanto controllare che non si asciughi il liquido....in tal caso aggiungere altro brodo. Fare la prova stecchino per controllare la cottura della carne. Tagliare l'arrosto e servire con le patate e il brodino rimasto in teglia.

domenica 17 febbraio 2013

broccoli gratinati

I broccoli gratinati sono un contorno delizioso che potete preparare per far apprezzare i broccoli anche a chi è un pò restio nel mangiare le verdure, parlo in particolar modo dei bimbi. Stavolta anzichè condirli con la solita besciamella ho optato per una versione più light vista la mia intolleranza al latte e al frumento. Ho preparato la besciamella con latte di soja, farina di riso e margarina vegetale. E' venuta ugualmente buona ma più leggera. Provare per credere. Baci


 
 
Ingredienti
broccoli
sale
besciamella fluida
parmigiano grattugiato


Lessare i broccoli in acqua salata per circa 15 minuti. Metterli in teglia unta con margarina e ricoprirli con parmigiano grattugiato, besciamella e ancora parmigiano.
In forno a 200° fin quando non si dora. Bon appetit



giovedì 14 febbraio 2013

tortino al cioccolato dal cuore tenero

Stasera, pur essendo mezza moribonda causa influenza, ho voluto fare trovare al mio bel maritino un dolcetto tanto ottimo quanto facile a farsi, il tortino di cioccolato dal cuore tenero. Che bontà!!!!




Ingredienti:

150 g di cioccolato fondente
20 g di farina
10 g di cacao
2 uova intere + 1 tuorlo
80 g di burro
1 pizzico di sale
90 g di zucchero
1 bustina di vanillina

stampini di alluminio


Fondere il cioccolato a bagno maria. Aggiungere il burro a pezzetti. Una volta sciolti e amalgamati spegniamo e lasciamo intiepidire.
Mettiamo in una ciotola le uova, lo zucchero e la vanillina e lavoriamo col mixer per 10 minuti. Aggiungiamo la cioccolata fusa col burro. Dopo inseriamo la farina, il cacao e il pizzico di sale. Mettiamo negli stampini imburrati e cosparsi di cacao. Infornare in forno già caldo a 180° per 13 minuti.

sabato 9 febbraio 2013

treccia alla nutella



ingredienti:
400 g di farina
2 uova
100 g di burro
25 g di lievito di birra
4 cucchiai di zucchero
300 g di nutella o più a seconda dei gusti
zucchero di canna

Mettere la farina a fontana e inserire la farina, lo zucchero, le uova e il burro fuso. Sciogliere il lievito in poco latte tiepido e inserirlo nella fontana. Impastare il tutto fino a renderlo omogeneo. Lasciare lievitare per circa 1 h. Stendere l'impasto creando una sfoglia sottile e ricavare 3 rettangoli. Riempirli con nutella e arrotolarli bene. Intrecciarli tra loro formando una treccia. Spennellare con tuorlo d'uovo sbattuto con poco latte e cospargere con zucchero di canna. Infornare a 180° per circa 20 minuti.

risotto con spinaci



ingredienti:
spinaci freschi
riso
olio
cipolla
dado
burro
parmigiano






Pulire gli spinaci e sciacquare abbondantemente le foglie in acqua fresca corrente. Metterli in una  pentola, portarli sul fuoco e farli bollire a fuoco moderato per 5 minuti. Non aggiungere altra acqua che non quella che resta sulle foglie dopo il lavaggio. A metà cottura unire un pizzico di sale. Quando cotti, mettere gli spinaci in un colino e pestarli con un cucchiaio in modo da strizzarli e levare i residui d’acqua. Tritarli finemente sul tagliere. Scaldare il brodo. In una pentola mettere il burro, farlo sciogliere e mettervi lo scalogno tritato finemente, da far soffriggere a fiamma bassa. Quando lo scalogno sarà ben dorato, unire il riso e lasciarlo tostare per un minuto. Unire 4-5 mestoli di brodo bollente e impostare il timer secondo i minuti di cottura del tipo di riso che si sta usando. Continuare unendo il brodo man mano che viene assorbito, mescolando di tanto in tanto, senza lasciare che il composto si asciughi troppo, altrimenti cuocerebbe male ed in modo discontinuo. 5 minuti prima della fine del tempo di cottura del riso, unire gli spinaci, mescolare e portare a fine cottura. Spegnere il fuoco, unire il burro e il Parmigiano Reggiano grattugiato tenendone un pochino da parte per decorare, mescolare accuratamente e far riposare per un minuto. Servire decorando con il parmigiano tenuto da parte o, come in foto, inserito in un cestino di parmigiano.




abbacchio a scottadito

Ed ecco una ricetta laziale, l'abbacchio a scottadito tipica del periodo pasquale. Le costolette di agnello, tenere e saporite, sono da gustare caldissime per questa ragione vengono chiamate “scottadito”. Se avete la possibilità di farle al barbecue è molto molto meglio. Son davvero squisite...provare per credere :-)
Noi le abbiamo preparate proprio oggi per pranzo. Qui a Frascati c'è sì freddo ma anche sole e perciò son riuscita a convincere mio marito a mettersi al barbecue per cuocere la carne...che bontà!!! Si può dire che mi son leccata le dita?????




Ingredienti:
costolette di agnello
olio
rosmarino
sale
pepe
aglio
limone


Una ricetta più semplice non potrebbe esistere. Per preparare l’abbacchio scottadito per prima cosa preparate le costolette battendo il nodino di carne con l’aiuto di un batticarne. Disponete le costolette in una pirofila, salate e pepate a piacere da ambo i lati, ungetele con l’olio, profumate con l’aglio tritato e il rosmarino fresco. Lasciate le costolette così condite a marinare in frigo per circa 30 minuti. Trascorso il tempo della marinatura saranno pronte per la cottura. Scaldate una piastra di ghisa e cuocete le costolette a fuoco vivace per circa 4 minuti per lato, quando le costolette saranno cotte servitele il vostro abbacchio a scottadito caldissimo accompagnandolo con qualche fetta di limone