Top blogs di ricette Gustosa Ricerca – ricette di cucina e motore di ricerca di ricette

venerdì 30 gennaio 2015

gnudi (ravioli nudi)

Li conoscete gli gnudi? sono un piatto tipico toscano, per lo più senese e grossetano, che ho conosciuto quando vivevo a Firenze. Si chiamano gnudi perchè in toscano vuol dire proprio spoglio, nudo. In poche parole si tratta del raviolo senza la pasta, solo il condimento. La ricetta tradizionale ha il burro ma si può usare, per una versione più light, l'olio...io ovviamente ho seguito la tradizione.


Ingredienti per 2 persone:

250 g di spinaci lessi
250 g di ricotta di pecora
1 uovo
40 g di farina
25 g di burro
3-4 cucchiai di parmigiano grattugiato
noce moscata q.b.
sale
pepe

Unite in una ciotola gli spinaci (lessati e strizzati e sminuzzati), la ricotta (ben scolata), la noce moscata, l'uovo, il parmigiano, sale, pepe e la farina. Bisogna ottenere un impasto morbido ma non troppo. Mettete a bollire una pentola di acqua salata. Formate delle polpettine aiutandovi con della farina, passatele nella farina e gettatele in acqua. Appena salgono a galla sono pronte. Intanto fate fondere il burro con la salvia (io non la avevo per cui ho condito solo con burro e parmigiano) e saltate delicatamente gli gnudi. Cospargete di parmigiano grattugiato e servite. 


pasta e patate

La pasta e patate è un piatto sostanzioso quanto facilissimo. Occorre circa mezz'ora di tempo per ottenere un piatto, a mio dire, divino utilizzando pochi ingredienti. Questo piatto è adatto in questi giorni freddissimi e verrà apprezzato anche dai più piccini. Provare per credere.




Ingredienti per 2 persone: 
200 g di pasta corta (io ho usato le mafalde corte di Gragnano)
2 patate media grandezza
2 carote piccole (o 1 se se ne vuole meno)
1 pezzo di gambo di sedano
mezza cipolla
olio q.b.
peperoncino (potete sostituirlo con timo)
brodo vegetale q.b. (io l'ho fatto con cipolla, sedano e carote)
sale q.b.
1 cucchiaio di passata di pomodoro (facoltativo)
parmigiano grattugiato




Cominciate facendo un trito con la cipolla, il sedano e le carote. Pelate le patate e tagliatele a cubetti. Soffriggete il trito in pentola con dell'olio e un peperoncino, poi unite le patate a cubetti, un pizzico di sale e lasciate cuocere qualche minuto girando spesso. Aggiungete ora il brodo vegetale che deve coprire il tutto. Unite pure la passata di pomodoro se la gradite. Lasciate cuocere per circa 10 minuti o comunque fino a quando non vedete le patate iniziare a sfaldarsi. Ora aggiungete altro brodo e unite la pasta (seguite i tempi di cottura indicati sulla confezione). Mi raccomando girate spesso e se occorre unite altro brodo. Regolate di sale. Quando sarà quasi cotta unire del parmigiano, mescolare e spegnere. Lasciate riposare un minuto e servite.

Ps. se gradite la pasta e patate più brodosa basta aggiungere più brodo in cottura.

frittata

La frittata io la definisco la più facile ricetta salva cena, basta avere in casa delle uova, sale, olio, parmigiano e latte e la pappa è pronta. Io in particolar modo la preparo una volta a settimana per mio figlio di 3 anni, lui la adora e io sono felice che gli piaccia perchè gli fa tanto bene :-)


Ingredienti per 1 frittata:
1 uovo
olio q.b.
sale 1 pizzico
parmigiano 2 cucchiai
latte 1 cucchiaino
pepe q.b. (se è per adulti. A mio figlio non lo metto)

Sbattete l'uovo con il sale, il parmigiano e il latte. In padella antiaderente mettete l'olio e dopo poco versate il composto di uovo. Cuocete a fuoco dolce per circa 7 minuti e poi girate la frittata per cuocerla dall'altro lato. La cena è pronta. 

mercoledì 28 gennaio 2015

cotoletta alla palermitana

La cotoletta alla palermitana per chi non la conoscesse è una versione light della più comune cotoletta fritta. E' una fetta di carne, rossa o bianca, passata nell'olio, impanata e poi cotta alla piastra. Dunque un piatto genuino e leggero per i vostri bimbi che sicuramente amano le cotolette. 


Ingredienti per 2 persone:
2 fette grandi di carne (bianca o rossa. Nel mio caso pollo)
olio q.b.
pangrattato
pecorino
parmigiano
sale

Passate le fette di carne nell'olio da entrambi i lati e poi nel pangrattato condito con parmigiano, pecorino, sale, pepe. Per chi volesse può aggiungere del prezzemolo tagliato fine. Mettete la carne su una piastra ben calda e cuocete per circa 10 minuti fin quando le fette non saranno ben grigliate da entrambi i lati. Potete servire con un pò di succo di limone spremuto sopra. Buon appetito!

bruschetta tradizionale

La bruschetta è un piatto povero della cucina italiana oggi servito come antipasto veloce. E' costituita da una fetta di pane abbrustolita, strofinata con l'aglio e condita con olio e sale. Viene arricchita poi con mille altri ingredienti ma il più comune è il pomodoro. Questa è la versione che propongo oggi, non tanto agli italiani che la conoscono bene ma agli stranieri che seguono il mio blog e vedo dalle statistiche che sono tanti e di questo ne sono contenta. Chi l'avrebbe mai detto che le mie ricette avrebbero varcato i confini?! 


Ingredienti:
fette di pane tipo casareccio
pomodorini
aglio
olio
sale
pepe
basilico (o origano se non è periodo del primo)

Il procedimento è molto semplice. Lavate e tagliate a pezzetti i pomodorini. Metteteli in un contenitore e conditeli con sale, olio, pepe e basilico (o origano se non è periodo di basilico come nel mio caso). Abbrustolite le fette di pane e, una volta pronte, strofinatele con l'aglio. Mettetevi sopra i pomodorini e servite.



pasta con broccoli alla siciliana

La pasta coi broccoli alla siciliana, che oggi vi propongo, è una pasta che adoro. Ciò che contraddistingue la pasta e broccoli comune da questa è la presenza di pinoli, uvetta, capperi e acciughe. Viene un piatto fantastico e soprattutto facilissimo da preparare. Se vi avanza della pasta tanto meglio...secondo me è un piatto che ci guadagna riposando. Sentirete che delizia. 
Ah e mi raccomando il broccolo deve essere quello siciliano. Invece come tipo di pasta io prediligo la pasta corta per questo tipo di condimenti. Ho utilizzato le orecchiette di Gragnano ma potete usare anche rigatoni, penne rigate comunque un tipo di pasta che permetta alla crema di "nascondersi" dentro. Bon appetit!


Ingredienti per 2 persone:
1 broccolo media grandezza circa 200 g pulito
250 g di orecchiette
1-2 filetti di acciuga sott'olio
8 capperi
20 g di uvetta
20 g di pinoli
peperoncino a piacere
1 spicchio di aglio
olio
sale
parmigiano o pecorino 

Lessate i broccoli, puliti, in abbondante acqua salata per 10 minuti. Dovete scolarli quando sono ancora al dente. Quest'acqua non buttatela assolutamente perchè và usata per cuocervi la pasta. Mettete in padella olio e aglio e dopo poco unite il peperoncino e le acciughe. Fate sciogliere le acciughe aiutandovi con la forchetta. Unite ora i pinoli. i capperi tritati, l'uvetta (precedentemente ammollata in acqua per 10-15 minuti circa) e i broccoli. Lasciate cuocere a fiamma medio-bassa unendo al momento del bisogno un pò di acqua di cottura dei broccoli. Dovrete ottenere una crema morbida. 
Lessate la pasta, scolatela e mettetela nella padella con la crema dei broccoli. Aggiungete se necessario un pò di acqua di cottura della pasta. Girate bene e servite spolverando il tutto con parmigiano o pecorino a secondo del proprio gusto. 


lunedì 26 gennaio 2015

focaccia messinese

Con la parola focaccia si intendono miliardi di preparazioni a carattere regionale, diverse negli impasti, nei condimenti e nella cottura. A Messina quando dici "focaccia" si intende quella pasta morbida dentro e croccante fuori, ricoperta con scarola (detta anche indivia riccia), pomodorini e formaggio tuma. Questa è la focaccia tradizionale che io da buona messinese quale sono non potevo non pubblicare. Il profumo che si diffonde per casa è impagabile. Provatela e poi ditemi. 
Peccato che qui a Roma la tuma non si trova per cui l'ho dovuta fare con la scamorza. 



Ingredienti:
250 g di farina 00
150 g di farina manitoba
100 g di semola di grano duro
250 ml di acqua tiepida
1 cucchiaio di olio
1 cucchiaio di strutto
15 g di lievito
2 cucchiaini di sale rasi
1 cucchiaino di zucchero
scarola 1 cespo 300-400 g
800 g di pomodorini
400 g di tuma (o scamorza o mozzarella per pizza)
80 g di acciughe sott'olio
sale
pepe
olio evo


Fate una fontana con la farina e al centro mettete il lievito sciolto in metà acqua tiepida, lo zucchero e l'olio. Cominciate a impastare e poi poco per volta unite l'altra acqua. Unite lo strutto e impastate energicamente. Aggiungete il sale e continuate a impastare fino a quando il sale non è del tutto inglobato e l'impasto risulta liscio ed elastico. Mettete ora la palla a lievitare in una ciotola capiente infarinata. Ci vorranno circa 2 ore-2 ore e mezza a seconda della temperatura in casa. Io copro sempre la ciotola con una coperta per velocizzare i tempi. L'impasto deve raddoppiare. 
Nel frattempo preparate gli altri ingredienti: lavate i pomodorini, tagliateli e metteteli in un colapasta per perdere l'acqua di vegetazione. Tagliate la tuma (o il formaggio che usate) a cubetti. Scolate le acciughe dall'olio. Lavate l'indivia riccia (o scarola) e tagliatela a pezzetti. 
Quando l'impasto sarà raddoppiato, stendetelo sulla teglia unta di olio allo spessore di circa 1,5 cm. Spennellate la superficie con un filo di olio. Mettete sull'impasto in ordine come scritto i pezzetti di acciuga, un pò di formaggio, la scarola che deve essere abbondante in quanto in cottura il volume diminuirà, quindi i pomodorini. Condite con sale e olio. Mettete in forno già caldo a 220° per 15-18 minuti, la pasta deve cominciare a dorare. Passato questo tempo tirate fuori la teglia e mettete il rimanente formaggio e rimettete in forno per 10 minuti, ossia quando il formaggio è totalmente sciolto. Sfornate, tagliate in quadri e servite. 

domenica 25 gennaio 2015

biscotti occhi di bue

Volete una ricetta di biscotti realizzati con marmellata o nutella? ecco qui gli occhi di bue, biscotti chiamati così perchè ricordano appunto un occhio. Sono semplicissimi da realizzare basta preparare la pasta frolla, dare la forma desiderata, cuocere i biscotti in forno e farcirli come meglio si crede. Ma passiamo subito alla descrizione e poi....mettiamo le mani in pasta. Buona esecuzione.


Ingredienti per circa 18 biscotti:
250 g di farina 00
100 g di zucchero
100 g di burro
1 uovo
vanillina 1 bustina
1 pizzico di sale

per farcire:
marmellata di albicocche o altra a vostro piacere o nutella
Io ho fatto entrambi :-)


Mettete in una ciotola capiente tutti gli ingredienti e impastate velocemente ottenendo un panetto liscio e omogeneo. Avvolgete la frolla in pellicola e ponete in frigo per 30-40 minuti. Passato questo tempo stendete la frolla tra due fogli di carta forno infarinando se necessario. Date la forma desiderata ai biscotti: metà impasto bucatelo al centro con una formina più piccola (io ho usato un tappo di una bottiglia). Disponete i biscotti su una teglia da forno ricoperta con carta forno e infornate in forno già caldo a 180° per 8-9 minuti. I biscotti debbono essere appena dorati. Considerate che si induriscono raffreddandosi. Una volta tiepidi spalmate sui biscotti interi la marmellata o la nutella e ricoprite con i biscotti bucati premendo leggermente. In ultimo spolverizzate con lo zucchero a velo. Bon appetit!! 












mercoledì 21 gennaio 2015

ciambella marmorizzata

Oggi ho realizzato un dolce per me particolare ed il motivo è perchè l'ho fatto con l'aiuto di mio figlio di quasi 3 anni. Lui mi ha seguita passo passo e mi ha setacciato le polveri. Si è divertito tanto e io più di lui a vederlo così contento. Era la sua prima volta in cucina e mi sa che lo metterò più spesso.
Abbiamo fatto la ciambella marmorizzata, dolce perfetto sia per la colazione che per la merenda. 


Ingredienti per stampo da 24 cm:
3 uova
250 g di farina tipo 00
100 ml di olio di semi
250 ml di latte
250 g di zucchero
2 cucchiai di cacao amaro in polvere
1 bustina di lievito



In una ciotola montate le uova con lo zucchero per circa 5 minuti con lo sbattitore elettrico. Aggiungete il latte e l'olio. Dopo la farina e il lievito. Imburrate e infarinate uno stampo per ciambella e versate 3/4 del composto. Nel rimanente composto aggiungete il cacao e mescolate bene. Versatelo a cerchio sul composto bianco. Infornate a 180° forno già caldo, statico per 45 minuti. Vale al solito la prova stecchino. 





domenica 18 gennaio 2015

strudel di mele

Oggi mi sono cimentata nella versione originale dello strudel. Solitamente lo mangiavo fatto con l'utilizzo della pasta sfoglia ma stavolta ho deciso di provare a fare l'impasto vero fatto con farina, uovo, olio, sale e poca acqua. Tutto facile tranne il momento di arrotolare il dolce....me la sono vista con Dio forse perchè troppo pieno di mele. Ma l'importante è che ce l'abbia fatta  :-)


Ingredienti per l'impasto:
125 g di farina 00
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di olio evo
25-30 ml di acqua tiepida
1 uovo

Ingredienti per il ripieno:
750 g di mele intere
25 g di pinoli
50 g di uvetta
1 scorza di limone
60 g di zucchero
1 cucchiaino di cannella in polvere
60 g di pangrattato
80 g di burro

In una ciotola versate la farina setacciata, l'olio, il sale, l'acqua e l'uovo. Impastate energicamente quanto basta per rendere la pasta consistente. Se viene troppo appiccicoso aggiungete poca farina. Ungete leggermente il piano di lavoro e continuate a lavorare l'impasto. Formate una palla liscia e elastica. Ungete la palla con poco olio e mettetela in un recipiente. Coprite con la pellicola e mettete a riposare in frigo per 30 minuti. 
Intanto preparate il pangrattato tostato. In una padella mettete il burro (40 g) e, una volta sciolto, aggiungete il pangrattato.  Mescolate col cucchiaio di legno per non farlo bruciare. Pochi minuti ed è pronto. Mettete l'uvetta a mollo in acqua tiepida (o per chi vuole nel rum). 
Passate ora alle mele. Sbucciate, eliminate il torsolo e tagliatele a fette sottili. Mettete in un contenitore le mele, lo zucchero, l'uvetta strizzata bene, i pinoli, la cannella e la scorza di limone grattugiata. Gli ingredienti non debbono macerare troppo altrimenti fanno molta acqua. Mettete a fondere poco burro in un pentolino. Prendete il panetto dal frigo e stendetelo su un canovaccio leggermente infarinato, formando un rettangolo di circa 45 x 35. Spennellate la superficie tranne i bordi col burro fuso e cospargete il pangrattato tostato. Adagiate sopra di esso il composto di mele e arrotolate lo strudel facendo molto delicatamente. Aiutatevi con lo strofinaccio. Sigillate bene i bordi. Ora ponete lo strudel su una teglia da forno rivestita con carta forno. Questo è un momento molto delicato. Spennellate col burro fuso e infornate in forno statico già caldo a 200° per 30-35 minuti. A cottura ultimata cospargete con lo zucchero a velo. 



domenica 11 gennaio 2015

patate croccanti

Che spettacolo di ricetta ho fatto stasera. No no niente di difficile ma un semplicissimo contorno leggerissimo ma ottimo come se fritto. Parlo delle patate croccanti cotte al forno. Il trucco per averle croccanti? è quello di fare perdere l'amido alle patate mettendole tagliate e senza buccia nell'acqua per almeno 30 minuti cambiando spesso l'acqua. Dovete assolutamente provarle. Io le ho provate poco fa e sinceramente non le lascio più. Troppo buone. Ringrazio per questa ricetta il blog di Tonia Semeraro "cucinando gustando". 



Ingredienti per 2 persone:
250 g di patate
olio
sale
pepe
origano, rosmarino

Lavate e sbucciate le patate. Tagliatele a fette sottili e mettetele in acqua fredda per almeno 30 minuti cambiando spesso l'acqua. Passato questo tempo asciugate le patate. Prendete la teglia da forno, ricopritela con la carta forno e spennellate con olio. Ponete le patate e spennellate con olio. Condite con origano, rosmarino, pepe o con le spezie che preferite. Cuocete a 220° forno statico per circa 15 minuti. Una volta cotte salatele. Fatemi sapere se vi sono piaciute...credo proprio di sì!!

lasagne coi carciofi e caciocavallo

Oggi vi propongo una ricetta che avevo messo sott'occhio qualche giorno fa. Se vi piacciono i carciofi e il caciocavallo questo è il piatto che fa per voi. Ancora meglio se riuscite a trovare il caciocavallo silano DOP. Io purtroppo non l'ho trovato e mi sono "accontentata" di un altro caciocavallo. La ricetta l'ho presa dal sito di una collega food blogger Ada Parisi de "Siciliani creativi in cucina". Approfitto per porgerle i miei ringraziamenti per la bontà del piatto.....grazie cara. E adesso bando alle ciance e passiamo alle cose serie.





Ingredienti per 4 persone:

250 g di lasagne
50 g di farina
1 bustina di zafferano
50 g di burro
1 l di latte intero
50 g di parmigiano o 30 g di pecorino
8 carciofi
olio evo
prezzemolo q.b
250 g di caciocavallo 
sale q.b.
pepe q.b.
brodo vegetale q.b.






Per prima cosa preparate la besciamelle: fondete il burro a fuoco basso in un tegame. Aggiungete tutta in una volta la farina e girate velocemente per formare il roux. Quindi aggiungete il latte e lo zafferano. Girate sempre fino a quando la crema non si sarà rassodata. Spegnete il fuoco e unite il parmigiano (o pecorino) e lo zafferano. 
Pulite i carciofi: eliminate i gambi e le foglie esterne e dure.Togliete l'estremità e tagliateli a metà. Eliminate la barbetta e metteteli a bagno in acqua acidulata con succo di limone per 10 minuti. Asciugate i carciofi e tagliateli a fette non molto fini. Mettete in tegame l'olio e saltatevi i carciofi per circa 10 minuti. Salate e pepate. Unite poco prezzemolo tritato. 
Accendete il forno statico a 200°. Affettate il caciocavallo a fette sottili. Procediamo ora con l'assemblaggio delle lasagne. In una pirofila mettete un leggero strato di besciamelle, le lasagne, i carciofi, il caciocavallo e la besciamelle. Continuate così fino a esaurimento ingredienti. L'ultimo strato fatelo solo con la besciamella e qualche tocchetto di burro. Mettete un po' di brodo lungo i bordi delle lasagne e infornate la teglia rivestita di alluminio per 20 minuti. Passato questo tempo togliete l'alluminio e fate dorare. Lasciate intiepidire e servite. Bon appetit!!






venerdì 9 gennaio 2015

torta rustica con funghi, scamorza e cotto

Una torta rustica gustosa di facile realizzazione che sorprenderà per il suo sapore. L'abbinamento funghi, cotto e provola è davvero sensazionale. Forza mettete le mani in pasta e provate questa delizia.



Ingredienti per 4 persone:

per la pasta lievitata:
500 g di farina
50 g di olio di oliva
10 g di sale
10 g di zucchero
15 g di lievito
200 ml di acqua

per la farcia:
funghi champignon 300 g
olio
sale
aglio
1 h di cotto
250 g di scamorza



Per la pasta lievitata lavorate tutti gli ingredienti fino a ottenere una pasta liscia e omogenea e lasciatela lievitare fino a che non avrà raddoppiato il suo volume. 
Nel frattempo preparate i funghi: mettete in padella olio e aglio. Aggiungete i funghi tagliati a fette, salate leggermente e portateli a cottura. 
Dividete la pasta in due pezzi. Stendete un pezzo e e rivestite lo stampo di 24 cm. Farcite con il cotto, i funghi (senza la loro acqua) e il formaggio. Richiudete con l'altro pezzo di pasta steso. Mi raccomando di sigillare bene i bordi. Bucherellate la superficie della torta e infornate in forno già caldo a 180° per 25-30 minuti. 










giovedì 8 gennaio 2015

torta cioccolato e cocco

Eccomi finalmente tornata ai fornelli dopo un lungo periodo di assenza dovuto a motivi di salute. Stare più di un mese lontano dalla mia cucina è stato veramente difficile. Inutile dirvi nel periodo delle feste quante cose avrei voluto fare e che sono andate ahimè in fumo.
Oggi torno ai fornelli con una torta che non porta via molto tempo anzi direi proprio poco. Non mi dilungo ancora e passo subito a darvi la ricetta di questo dolce arricchito dalla presenza del cocco. 




Ingredienti per una torta 24 cm:
130 g di farina
70 g di farina di cocco
40 g di cacao amaro in polvere
200 g di zucchero
4 uova 
130 g di burro 
130 g di latte
1 bustina di vanillina
1 bustina di lievito

per decorare:
farina di cocco e scaglie di cioccolato fondente 



Imburrate e infarinate lo stampo di 24 cm di diametro. Accendete il forno a 180°. Sbattete le uova con lo zucchero per circa 10 minuti in modo da ottenere un composto spumoso e chiaro. Ora aggiungete il latte e il burro fuso. Amalgamate per bene e quindi unite la farina, il cacao, il lievito e la vanillina ben setacciati per evitare grumi. Una volta incorporate bene le polveri, aggiungete la farina di cocco. Versate il composto nella teglia e infornate per circa 50 minuti a 180° forno statico. Fate la solita prova stecchino. Se esce asciutto il dolce è pronto. Spegnete il forno e lasciate il dolce per 15 minuti con lo sportello poco aperto. Una volta raffreddato cospargete la superficie della torta con farina di cocco e scaglie di cioccolato fondente. Fatemi sapere se vi è piaciuta. Alla prossima ricetta.